AMMINISTRARE IL TRENTINO

Codice fiscale 96080830225

VIA DEL BRENNERO 260/G

38121 TRENTO TN

RENDICONTO DELL’ESERCIZIO 01/01/2015 – 31/12/2015

(ai sensi della legge 2 gennaio 1997, n.2)

Gli importi presenti sono espressi in unità di euro

STATO PATRIMONIALE – ATTIVO 31/12/2015 31/12/2014

 

A) CREDITI VERSO SOCI P/VERS.TI ANCORA DOVUTI

I) parte gia’ richiamata 0 0

II) parte non richiamata 0 0

A TOTALE CREDITI VERSO SOCI P/VERS.TI ANCORA DOVUTI 0 0

 

B) IMMOBILIZZAZIONI

I) IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 0 0

II) IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 0 0

III) IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE 0 0

B TOTALE IMMOBILIZZAZIONI 0 0

 

C) ATTIVO CIRCOLANTE

I) RIMANENZE 0 0

II) CREDITI: 0 0

III) ATTIVITA’ FINANZIARIE diverse dalle Immobilizzazioni 0 0

IV) DISPONIBILITA’ LIQUIDE 0 68

C TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE 0 68

 

D) RATEI E RISCONTI 0 0

 

TOTALE STATO PATRIMONIALE – ATTIVO 0 68

STATO PATRIMONIALE – PASSIVO 31/12/2015 31/12/2014

A) PATRIMONIO NETTO

I) Avanzo patrimoniale 68 209

II) Disavanzo patrimoniale

III) Avanzo dell’esercizio 0 0

IV) Disavanzo dell’esercizio 2.769- 142-

V) Arrotondamento unità di euro 0 1

A TOTALE PATRIMONIO NETTO 2.701- 68

 

B) FONDI PER RISCHI E ONERI 0 0

 

C) TRATTAMENTO FINE RAPPORTO LAVORO SUBORDINATO 0 0

 

D) DEBITI 2.701 0

 

E) RATEI E RISCONTI 0 0

 

TOTALE STATO PATRIMONIALE – PASSIVO 0 68

 

CONTO ECONOMICO 31/12/2015 31/12/2014

A) PROVENTI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA

1) quote associative annuali 0 0

2) TOTALE Contributi dello Stato 0 0

3) Contributi provenienti dall’Estero 0 0

4) Altre Contribuzioni:

a) Contribuzione da persone fisiche 75 0

A TOTALE PROVENTI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA 75 0

 

B) ONERI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA

1) Per acquisti di beni 0 0

2) per Servizi 2.769

142

3) Per godimento beni di terzi 0 0

4) Per il personale:

a) stipendi; 0 0

b) oneri sociali; 0 0

c) trattamento di fine rapporto; 0 0

d) trattamento di quiescenza e simili; 0 0

e) altri costi.

5) Ammortamenti e svalutazioni:

a) ammortamenti immobilizzazioni immateriali; 0 0

b) ammortamenti immobilizzazioni materiali. 0 0

5 TOTALE ammortamenti e svalutazioni:

6) Accantonamenti per rischi 0 0

7) Altri accantonamenti 0 0

8) Oneri diversi di gestione 75 0

9) Contributi da associazioni 0 0

 

B TOTALE ONERI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA 2.844 142

A-B TOTALE DIFF. TRA VALORE E COSTI GESTIONE

CARATTERISTICA

2.769- 142-

 

C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI 0 0

 

D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE 0 0

E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

A-B±C±D±E AVANZO/DISAVANZO DELLA GESTIONE 2.769- 142-

Il presente bilancio è reale e corrisponde alle scritture contabili.

Trento, 31 marzo 2016

_____________________________

NOTA INTEGRATIVA al RENDICONTO FINANZIARIO

dell’esercizio 1/01/2015 – 31/12/2015

Il rendiconto in esame è redatto, ai sensi della Legge 2 gennaio 1997, n. 2, secondo il

principio della competenza che consiste nel rilevare e contabilizzare nell’esercizio le

operazioni in funzione del loro riflesso economico, indipendentemente dal momento in

cui queste si sono concretizzate nei movimenti finanziari di incasso o pagamento.

Per la redazione del rendiconto ci si è attenuti al modello indicato nella succitata

legge, così come la presente nota integrativa risponde al precitato dettato normativo

facendo anche riferimento a quanto previsto in materia dal Codice Civile in quanto

compatibile con le disposizioni della citata Legge n. 2 del 1997.

Il rendiconto corrisponde alle risultanze delle scritture contabili ed è stato redatto con

chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e

finanziaria del Partito e il risultato dell’esercizio.

 

CRITERI DI VALUTAZIONE APPLICATI

Immobilizzazioni immateriali

Le immobilizzazioni immateriali non sono state movimentate in quanto non vi sono

operazioni relative a tale posta di bilancio. Nei casi in cui, indipendentemente

dall’ammortamento già contabilizzato, si è rilevata una perdita durevole di valore,

l’immobilizzazione in questione è stata svalutata in corrispondenza.

 

Crediti

I Crediti, distinti fra quelli esigibili entro l’esercizio successivo ed oltre l’esercizio

successivo, sono esposti in base al presumibile valore di realizzo.

 

Disponibilità liquide.

Le disponibilità liquide sono indicate al valore numerario.

 

Debiti

Sono rilevati al loro valore nominale, modificato in occasione di resi o di rettifiche di

fatturazione.

 

Costi e ricavi

Sono esposti in bilancio nel rispetto, mediante la rilevazione di ratei e risconti, dei

princìpi della prudenza e della competenza economica. Le cessioni sono riconosciute

al momento del trasferimento della proprietà che, normalmente, si identifica con la

consegna o la spedizione dei beni, mentre per i servizi si è fatto riferimento al

momento della ultimazione delle prestazioni. I ricavi ed i proventi, i costi e gli oneri,

sono tutti iscritti in bilancio al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e simili.

I costi esposti sono inerenti all’oggetto statutario dell’Associazione e trovano adeguata

documentazione di supporto. Non esistono attività, passività, costi o ricavi non riflessi

nel rendiconto.

 

MISURA E MOTIVAZIONI DELLE RIDUZIONI DI VALORE APPLICATE

ALLE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

Ai sensi dell’art. 2427, punto 3-bis, del Codice Civile si evidenzia che non sono stati

movimenti i conti alle immobilizzazioni immateriali.

 

CREDITI

Non vi sono crediti di alcuna natura da dettagliare su codesto rendiconto finanziario;

 

DISPONIBILITA’ LIQUIDE

La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati:

 

 

Descrizione

Saldo iniziale

Saldo finale

Variazione

Depositi bancari e postali

68

-1

-69

Denaro in cassa

0

0

0

TOTALE

68

-1

-69

 

DEBITI

La voce relativa ai debiti è costituita dai debiti v/fornitori per la redazione e la

certificazione dei bilancio d’esercizio per un ammontare di euro 2.700,00.

PATRIMONIO NETTO

 

Descrizione

Avanzo patrimoniale

Disavanzo patrimoniale

Avanzo dell’esercizio

Disavanzo dell’esercizio

TOTALE

Inizio esercizio

68

0

0

0

68

Incrementi

0

 0

0

(2.769)

(2.769)

Altre destinazioni

0

0

0

0

0

Altre variazioni

 

0

0

0

0

Chiusura esercizio

68

0

0

(2.769)

(2.701)

 

CONTO ECONOMICO

Nel conto economico sono rappresentati i proventi della gestione caratteristica nonché

i costi sostenuti.

ALTRE CONTRIBUZIONI

La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati:

Descrizione

Saldo iniziale

Saldo finale

Variazione

Contributi da persone fisiche

0

75

75

Altri contributi

0

0

0

TOTALE

0

75

75

ONERI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA

Dettaglio dei conti relativi ai costi per servizi sostenuti nell’esercizio:

Spese per servizi relativi alla stesura e certificazione dei bilanci euro 2.769,00

Oneri diversi di gestione per un ammontare complessivo di euro 75,00

 

SITUAZIONE DIPENDENTI IN FORZA

come previsto dall’ allegato C della L. 2 gennaio 1997 n.2 punto 11

Il movimento politico AMMINISTRARE IL TRENTINO nell’esercizio corrente non ha avuto

Dipendenti in carico registrati a libro unico delle retribuzioni. E non vi sono stati nemmeno

Collaboratori in forza a detto ente.

Trento, 13 giugno 2016

 

 

Spettabile

TREVOR S.r.l.

Via Brennero, 139

38121 TRENTO

 

 

 

Con riferimento all’incarico di revisione contabile ai sensi della Legge n° 96 del 6/7/2012, dei bilanci d’esercizio dell’Associazione AMMINISTRARE IL TRENTINO al:

Ÿ  31 dicembre 2013

Ÿ  31 dicembre 2014

Ÿ  31 dicembre 2015

che mostrano rispettivamente:

un patrimonio netto di  euro 209 , ed un utile (o perdita) di euro (1.038),

un patrimonio netto di  euro 68 , ed un utile (o perdita) di euro (142),

un patrimonio netto di  euro (2.701)  , ed un utile (o perdita) di euro (2.769),

 

Vi confermiamo le seguenti attestazioni, già portate alla Vostra attenzione nello svolgimento del Vostro lavoro:

  1. La finalità dell’incarico a Voi conferito è di esprimere il Vostro giudizio professionale che i suddetti bilanci presentino la situazione patrimoniale-finanziaria ed il risultato economico dell’Associazione AMMINISTRARE IL TRENTINO in conformità al quadro normativo di riferimento.   In relazione al Vostro incarico di revisione contabile vi confermiamo che è nostra la responsabilità che i bilanci d’esercizio siano redatti con chiarezza e rappresentino in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale-finanziaria e il risultato economico d’esercizio dell’Associazione.
  1. I bilanci sono stati predisposti nella prospettiva di continuità dell’Associazione; in particolare, Vi confermiamo che riteniamo appropriato il presupposto della continuità aziendale che sottende la preparazione dei bilanci, prendendo a riferimento un periodo futuro di almeno 12 mesi dalla data di chiusura bilancio.

 

  1. La responsabilità di valutare l’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile dell’Associazione alla natura e alle dimensioni dell’Associazione, nonché di implementare e adottare le necessarie misure per la sua attuazione appartiene al Consiglio Direttivo. Vi confermiamo altresì che ad oggi, da tali nostre attività, non sono emersi elementi rilevanti che possano incidere sulla correttezza dei bilanci. Inoltre, è nostra responsabilità l’implementazione e il funzionamento di un adeguato sistema di controllo interno sul reporting finanziario volto, tra l’altro, a prevenire e ad individuare frodi e/o errori.

 

  1. Vi abbiamo fornito:
    1. accesso a tutte le informazioni pertinenti alla redazione dei bilanci, quali registrazioni, documentazione e altri aspetti;
  1. i libri sociali completi e correttamente tenuti, nonché i verbali e le bozze  delle  riunioni non ancora trascritte nei libri in questione, in forma comunque sostanzialmente definitiva;
  2. le ulteriori informazioni che ci avete richiesto ai fini della revisione contabile;
  3. la possibilità di contattare senza limitazioni i soggetti nell’ambito dell’Associazione dai quali Voi ritenevate necessario acquisire elementi probativi.

 

  1. Tutte le operazioni sono state registrate nelle scritture contabili e riflesse in bilancio.

 

  1. Alcune delle attestazioni incluse nella presente lettera sono descritte come aventi natura limitata agli aspetti rilevanti. In proposito, Vi confermiamo che siamo consapevoli che le omissioni o gli errori nelle voci di bilancio e nell’informativa contenuta nella nota integrativa sono rilevanti quando possono, individualmente o nel complesso, influenzare le decisioni economiche degli utilizzatori prese sulla base del bilancio stesso. La rilevanza dipende dalla dimensione e dalla natura dell’omissione o dell’errore valutata a seconda  delle circostanze. La dimensione o la natura della voce interessata dall’omissione o dall’errore, o una combinazione delle due, potrebbe costituire il fattore determinante.

 

  1. Vi confermiamo, per quanto di nostra conoscenza:

 

  1. che le scritture contabili riflettono accuratamente e compiutamente tutte le operazioni dell’Associazione .  Allo  stato  attuale  delle  nostre  conoscenze,  tutte  le operazioni poste in essere sono state compiute secondo corretti criteri di gestione, sono legittime, sia sotto l’aspetto formale sia sotto l’aspetto sostanziale, e inerenti all’attività sociale. Tutti i costi ed oneri, i ricavi e proventi, gli incassi e gli esborsi, nonché gli impegni sono pienamente  rappresentati in contabilità in modo veritiero e corretto e trovano adeguata documentazione  di  supporto emessa in conformità alla legislazione vigente. Non esistono attività, passività, costi o ricavi non riflessi in bilancio;
  2. che la documentazione messa a Vostra disposizione ai fini dell’espletamento del Vostro incarico  è  completa, autentica e attendibile e che le informazioni ivi contenute sono corrette ed esatte. In particolare abbiamo fornito:

i.      tutte le scritture contabili ed i relativi supporti documentali ed informativi;

ii.      i libri sociali completi e correttamente tenuti, nonché i verbali e le bozze delle riunioni   non   ancora   trascritte   nei  libri  in  questione,  in  forma  comunque sostanzialmente definitiva;

  1. che, a nostra conoscenza, non esistono ulteriori accordi, impegni, controdichiarazioni, side  letters, intese, anche di natura verbale, né ulteriori operazioni o atti di gestione rispetto a quanto diligentemente riportato nelle scritture contabili;
  2. che  è  nostra  responsabilità  l’implementazione  e  il  funzionamento  di  un  adeguato sistema di controllo interno sul reporting finanziario volto, tra l’altro, a prevenire e ad individuare frodi e/o errori;
  3. che non siamo a conoscenza di casi di frodi o sospetti di frodi, con riguardo all’Associazione, che hanno coinvolto:
  • il management;
  • i dipendenti;
  • altri soggetti, anche terzi, la cui frode o sospetta frode potrebbe avere inciso in modo sostanziale sul bilancio;
  1. che non siamo a conoscenza di dichiarazioni di frode o sospetti di frode, con riguardo all’Associazione, relativi al bilancio fatte da dipendenti, ex- dipendenti, analisti, autorità pubbliche o altri soggetti;
  2. che, come già portato alla Vostra conoscenza, la nostra valutazione del rischio che l’attendibilità dei bilanci possa essere significativamente compromessa a causa di frodi ci  ha portato a concludere che tale rischio è da ritenersi non significativo;

 

 

 

 

 

 

 

  1. che siamo consapevoli che il termine “frode” include gli errori in bilancio derivanti da appropriazioni illecite di beni ed attività dell’Associazione e gli errori derivanti da una falsa informativa economico-finanziaria.

 

  1. Non vi sono state operazioni atipiche o inusuali, oltre a quelle evidenziate in bilancio.

 

  1. Vi confermiamo, che i bilanci d’esercizio non sono inficiati da errori rilevanti, incluse le omissioni.

 

  1. Vi confermiamo che non vi sono state comunicazioni del Collegio dei Revisori o denunzie di fatti censurabili relativamente all’Associazione, ulteriori rispetto a quelle già riportate sui libri sociali di riferimento, né segnalazioni di fatti o circostanze anomali che potrebbero, in caso di riscontro, rappresentare fatti censurabili.

 

  1. Vi abbiamo informato di tutti i casi noti di non conformità o di sospetta non conformità a leggi o regolamenti i cui effetti dovrebbero essere tenuti in considerazione nella redazione dei bilanci.

Peraltro non vi sono state, limitatamente agli aspetti che possono avere un effetto rilevante sui bilanci:

  1. irregolarità da parte di Amministratori, Dirigenti ed altri dipendenti dell’Associazione che rivestano posizioni di rilievo nell’ambito del sistema di controllo interno amministrativo;
    1. irregolarità da parte di altri dipendenti dell’Associazione;
    2. notifiche da parte di amministrazioni pubbliche, autorità giurisdizionali o inquirenti, organismi di controllo pubblico o autorità di vigilanza aventi ad oggetto richieste di informazioni o chiarimenti, nonché provvedimenti inerenti l’inosservanza delle  vigenti norme;
      1. violazioni o possibili violazioni di leggi o regolamenti;
        1. inadempienze di clausole contrattuali;
        2. violazioni del Decreto Legislativo n. 231 del 21 novembre 2007 (Legge Antiriciclaggio);
          1. violazioni della Legge 10 ottobre 1990, n. 287 (cosiddetta Antitrust);
          2. operazioni al di fuori dell’oggetto sociale;
          3. violazioni della Legge sul finanziamento ai partiti politici.

 

  1. Vi confermiamo che, limitatamente agli aspetti che possono avere un effetto rilevante sui bilanci, l’Associazione opera nel rispetto delle normative di tutela ambientale, salute sicurezza e igiene del lavoro nonché di privacy stabilite dalle leggi nazionali e/o regionali vigenti.

 

  1. Non vi sono, in aggiunta a quanto illustrato in nota integrativa:
    1. potenziali richieste di danni o accertamenti di passività che, a parere dei nostri legali, possano probabilmente concretizzarsi e quindi tali da dover essere evidenziate nei bilanci come passività, così come definite nel successivo punto b);
    2. passività rilevanti, perdite potenziali per le quali debba essere effettuato un accantonamento nei bilanci d’esercizio, oppure evidenziate nelle note integrative, e utili potenziali che debbano essere evidenziati nelle note integrative. Tali potenzialità non includono le incertezze legate ai normali processi di stima necessari   per valutare talune poste di bilancio in una situazione di normale prosecuzione dell’attività aziendale;
    3. eventi occorsi in data successiva a quelle di riferimento tali da rendere le situazioni patrimoniali-finanziarie sostanzialmente diverse da quelle approvate dagli organi dell’Associazione, tale da richiedere rettifiche o annotazioni integrative ai bilanci d’esercizio;

 

 

 

 

 

 

  1. accordi con istituti finanziari che comportino compensazioni fra conti attivi o passivi o accordi che possano provocare l’indisponibilità di conti attivi, di linee di credito, o altri accordi di natura similare;
    1. accordi di riacquisto di attività precedentemente alienate;
    2. perdite che si devono sostenere in relazione all’evasione o incapacità di evadere gli impegni assunti;

 

  1. Non sono previsti programmi futuri o intendimenti che possano alterare in modo rilevante il valore di carico delle attività o delle passività o la loro classificazione o la relativa informativa nei bilanci d’esercizio.

 

  1. Le assunzioni significative da noi utilizzate per effettuare le stime contabili sono ragionevoli. Vi abbiamo fornito tutti gli elementi e le informazioni in nostro possesso utili  ai fini delle valutazioni da noi effettuate.

 

  1. Sono state portate a Vostra conoscenza tutte le informazioni relative ai seguenti punti, ove applicabili: a) intestazioni fiduciarie; b) impegni assunti o accordi stipulati in relazione ad acquisti o cessioni di crediti, di partecipazioni, di altri beni, e garanzie di redditività sui beni venduti o accordi per il riacquisto di attività  precedentemente  alienate; c) impegni assunti o accordi stipulati in relazione a strumenti derivati riguardanti valute, tassi d’interesse, beni e indici; d) impegni di acquisto di immobilizzazioni materiali ovvero impegni di acquisto, di vendita o di altro tipo di natura straordinaria e di ammontare rilevante; e) perdite o penalità su ordini di vendita o di  acquisto e su contratti in corso di esecuzione; f) impegni per trattamenti economici integrativi (correnti o differiti) con il personale, o altri; g) impegni esistenti per contratti di affitto o di leasing; h) affidamenti bancari ed accordi sui tassi di interesse; i) impegni cambiari, avalli, fidejussioni date o ricevute; l) effetti di terzi ceduti allo sconto od in pagamento, ma non ancora scaduti. Le operazioni effettuate e le situazioni esistenti relative ai sopraccitati punti sono state correttamente contabilizzate nei bilanci e/o evidenziate nei conti d’ordine o nella nota integrativa.

 

  1. L’Associazione esercita pieni diritti su tutte le attività possedute e non vi sono pegni o vincoli su di esse, né alcuna attività è soggetta a ipoteca o altro vincolo (ad eccezione di quelli evidenziati nei bilanci).

 

  1. Tutti i ricavi riconosciuti alle date di riferimento sono stati realizzati (o sono realizzabili), ed effettivamente acquisiti, non vi sono accordi collaterali, né altre condizioni sospensive o rettificative.

 

 

  1. Vi confermiamo che i bilanci d’esercizio, le relative note integrative e le relazioni del Tesoriere che Vi trasmettiamo unitamente alla presente lettera sono conformi a quelli che saranno depositati presso la sede dell’Associazione. Ci impegniamo inoltre a darVi tempestiva comunicazione delle eventuali modifiche che  fossero apportate ai suddetti documenti prima del deposito.

E’ nostra la responsabilità di informare il revisore circa l’emergere di eventi che possano avere un effetto sui bilanci tra la data di rilascio della relazione e la data di approvazione degli stessi.

 

Con la presente dichiarazione l’Associazione riconosce e conferma inoltre che la completezza, attendibilità e autenticità di quanto sopra specificamente attestato costituisce, anche ai sensi e per gli effetti degli artt. 1227 e 2049 Cod. Civ., presupposto per una corretta possibilità di svolgimento della

 

 

 

 

 

 

Vostra attività di revisione e per l’espressione del Vostro giudizio professionale, mediante l’emissione della relazione sui bilanci.

 

 

 

 

Cordiali saluti.

AMMINISTRARE IL TRENTINO

 

AMMINISTRARE IL TRENTINO

Codice fiscale 96080830225

Via del Brennero, 260/G

38121

 

 

RELAZIONE DEL TESORIERE AL RENDICONTO DELL’ESERCIZIO

 01/01/2015 – 31/12/2015

(ai sensi della legge 2 gennaio 1997,  n. 2)

 

PREMESSA

Viene mantenuto in vita il partito perché si prevedono in futuro nuove iniziative sulle prossime Elezioni Amministrative nel territorio provinciale di riferimento. L’attività dell’ esercizio oggetto di relazione non ha avuto accadimenti degni di nota in quanto si è mantenuto aperto solo ed esclusivamente il rapporto di conto corrente del movimento.

 

LE ATTIVITA’ CULTURALI, D’INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

Come detto nel precedente paragrafo, nel corso del 2015, a parte qualche modesto intervento concentrato nei primi  mesi della campagna elettorale, non è stata svolta alcuna attività, né culturale, né di informazione, né di comunicazione.

 

COSTI SOSTENUTI  PER LA CAMPAGNA ELETTORALE

Nell’esercizio 2015 non  sono state effettuate spese di carattere elettorale  dalla lista AMMINISTRARE IL TRENTINO.

 

EVENTUALI  RISORSE DERIVANTI DALLA DESTINAZIONE DEL 4 PER MILLE

Risorse non assegnate

 

RAPPORTI CON IMPRESE PARTECIPATE  ANCHE TRAMITE DI SOCIETA’ FIDUCIARIE

Non esistono rapporti di questo tipo

 

INDICAZIONE DEI SOGGETTI EROGANTI LE EVENTUALI LIBERE SOVVENZIONI DI AMMONTARE ANNUO SUPERIORE AD EURO 5.000,00

Non esistono rapporti di questo tipo  – come dettato dalla  Legge  659 /81 art.4 comma 3 e novellato dall’art. 11 comma 1 della legge n. 96 del 2012; Nel presente bilancio non vi sono soggetti eroganti libere sovvenzioni di ammontare annuo superiore ad euro 5.000,00 sotto qualsiasi forma,  compresa  la messa a disposizione di servizi, il  soggetto  che  li  eroga  ed  il soggetto che li riceve sono tenuti a farne  dichiarazione  congiunta, sottoscrivendo un unico documento, depositato  presso  la  Presidenza della  Camera  dei  deputati  ovvero   a   questa   indirizzato   con raccomandata con  avviso  di  ricevimento.  La  disposizione  non  si applica per tutti i finanziamenti direttamente concessi  da  istituti di credito o da  aziende  bancarie,  alle  condizioni  fissate  dagli accordi interbancari.

 

 

LA SITUAZIONE PATRIMONIALE

La Situazione Patrimoniale rispecchia l’andamento della gestione con attività per complessivi euro 1- così costituite:

Immobilizzazioni immateriali nette

0

Crediti erariali                  0
Disponibilità liquide

€  1

Totale attività

€ 1

 

Nello stato passivo vi un’unica posta aperta relativa a DEBITI V/FORNITORI per spese relative alla redazione e certificazione del bilancio d’esercizio  pari ad euro 2.701,00;

 

LE  VOCI DI ENTRATA E DI SPESA

 

Le entrate della AMMINISTRARE IL TRENTINO  sono state pari a zero e le spese sono state sostenute  solo il rapporto di conto corrente per euro 143,00 e per consulenza professionale redazione bilancio e certificazione degli stessi per euro 2.700,00;

 

Il risultato economico della gestione ha conseguito un disavanzo di euro 2.769,00 che è stato coperto dall’avanzo patrimoniale.

 

FATTI DI RILIEVO DOPO LA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO

Dopo la chiusura dell’esercizio non sono intervenuti fatti di rilievo di alcun genere.

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

La gestione dell’attività del movimento è stata praticamente inesistente.  Il movimento discuterà e valuterà eventuali future attività,  in base alle prossime elezioni Amministrative previste sul territorio della nostra Provincia.

 

 

Il Tesoriere

_________________

Verbale Assemblea ordinaria

 

Il giorno 22 marzo 2016 alle ore 18.00 presso lo Studio di Consulenza del rag. Giuseppe Abram ubicato in Via Roma, 79 a Cavareno (TN) in seguito alla convocazione giunta a ciascun socio, alla presenza dei signori Filippo Bellini, Mattia Bonomi, Elisa Ceola, Dennis Dall’Alda, Massimiliano Murgio, Silvio Osti, Giovanni Togni, Claudio Zappulla si è riunita l’Assemblea ordinaria per deliberare il seguente ordine del giorno:

1.         Approvazione del bilancio consuntivo 2015

2.         Varie ed eventuali

Numero presenti: 8

Il presidente apre i lavori e nomina come segretario dell’Assemblea il signor Silvio Osti.

Si procede alla discussione del punto n. 1 all’ordine del giorno, dopo ampia discussione il bilancio consuntivo per l’anno 2015 viene approvato all’unanimità dei presenti.

La seduta viene tolta alle ore 19.30.

 

Firma il segretario

Sig. Silvio Osti

        Firma Presidente

           Sig. Giovanni Togni

Verbale Assemblea Ordinaria

 

Il giorno 22 marzo 2016 alle ore 18.00 presso lo Studio di Consulenza del Rag. Giuseppe Abram ubicato in Via Roma, 79 a Cavareno (TN) in seguito a convocazione giunta a ciascun socio si è riunita l’Assemblea ordinaria per deliberare il seguente ordine del giorno:

  1. Approvazione bilancio consuntivo 2015
  2. Varie ed Eventuali

Il Presidente apre i lavori e nomina come segretaria dell’Assemblea la signora Elisa Ceola.

Si procede alla discussione del punto n. 1 all’ordine del giorno, dopo ampia discussione il bilancio consuntivo per l’anno 2015 viene approvato all’unanimità dei presenti.

La seduta viene tolta alle ore 19.30

Firma la segretaria signora Elisa Ceola

 

 

 

RELAZIONE DELLA SOCIETA’ DI REVISIONE INDIPENDENTE

ai sensi dell’Art. 9 della legge n° 96 del 6 luglio 2012

 

 

All’Assemblea degli Associati di AMMINISTRARE IL TRENTINO

 

 

Relazione sul bilancio sociale

 

Abbiamo svolto la revisione contabile dell’allegato bilancio sociale di AMMINISTRARE IL TRENTINO, costituito dallo Stato Patrimoniale, Conto Economico, Nota Integrativa e Relazione del Tesoriere per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2015.

 

Responsabilità del Consiglio Direttivo per il bilancio sociale

 

Il Consiglio Direttivo è responsabile per la redazione del bilancio sociale che fornisca una rappresentazione veritiera e corretta in conformità alle norme italiane che ne disciplinano i criteri di redazione.

 

Responsabilità della società di revisione

 

E’ nostra la responsabilità di esprimere un giudizio sul bilancio sociale sulla base della revisione contabile. Abbiamo svolto la revisione contabile in conformità ai principi di revisione internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell’art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10.

Tali principi richiedono il rispetto di principi etici, nonché la pianificazione e lo svolgimento della revisione contabile al fine di acquisire una ragionevole sicurezza che il bilancio sociale non contenga errori significativi.

La revisione contabile comporta lo svolgimento di procedure volte ad acquisire elementi probativi a supporto degli importi e delle informazioni contenuti nel bilancio sociale. Le procedure scelte dipendono dal giudizio professionale del revisore, inclusa la valutazione dei rischi di errori significativi nel bilancio sociale dovuti a frodi o a comportamenti o eventi non intenzionali. Nell’effettuare tali valutazioni del rischio, il revisore considera il controllo interno relativo alla redazione del bilancio sociale dell’Associazione che fornisca una rappresentazione veritiera e corretta al fine di definire procedure di revisione appropriate alle circostanze e non per esprimere un giudizio sull’efficacia del controllo interno dell’Associazione. La revisione contabile comprende altresì la valutazione dell’appropriatezza dei principi contabili adottati, della ragionevolezza delle stime contabili effettuate dal Consiglio Direttivo, nonché la valutazione della presentazione del bilancio sociale nel suo complesso.

 

Riteniamo di aver acquisito elementi probativi sufficienti ed appropriati su cui basare il nostro giudizio.

 

 

 

Giudizio

 

A nostro giudizio, il bilancio sociale fornisce una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria di AMMINISTRARE IL TRENTINO al 31 dicembre 2015 e del risultato economico per l’esercizio chiuso a tale data in conformità alle norme italiane che ne disciplinano i criteri di redazione.

 

 

 

TREVOR S.r.l.

 

 

Severino Sartori

Socio

 

Trento, 13 giugno 2016

 

 

 

Legale rappresentante /Presidente